Archivio per la categoria ‘indie

Fernando Alba – Nello stesso acido

giovedì, maggio 3rd, 2018

FernandoAlbaNelloStessoAcido

Un lavoro emozionale e ricercato, dalla poetica più essenziale, che l’artista siciliano presenta ai fan nel prestigioso Auditorium Parco della Musica di Roma il 5 maggio. Un rock dalle contaminazioni cantautorali suonato con un linguaggio attuale, moderno nella forma, cercando l’innovazione nelle strutture e negli argomenti trattati.

Genere: rock / cantautorato

Label: Maqueta Records

Streaming

https://soundcloud.com/user-298964377/sets/fernando-alba-nello-stesso-acido/s-jC7Bs

Nello stesso acido è il secondo album del cantautore e compositore Fernando Alba. Un titolo forte, tratto dalla sua canzone d’amore che funge da lead single dell’album la cui uscita è stata anticipata nei mesi scorsi dai due videoclip Foglie Gialle e La canzone della buonanotte (Comode poltrone).

Per produrre Nello stesso acido, Fernando Alba ha coinvolto oltre cento musicisti, tra turnisti e orchestre. Un album emozionale come il precedente, ma più rock, più acido, dagli arrangiamenti ed orchestrazioni virtuose che valorizzano una ricercata forma metrica e melodica che lo inquadrano nel mondo cantautorale, ma anche urban rock. In questo nuovo lavoro discografico c’è una poetica più essenziale, che lo distingue profondamente dal resto dei cantautori del panorama italiano: il suo rock è suonato con un linguaggio attuale, moderno nella forma, innovativo nelle strutture e negli argomenti trattati.

Fanpage https://www.facebook.com/fernandoalbafanpage/

Fernando Alba è un cantautore che racconta se stesso e la sua amata Italia in modo graffiante, elegante, distinguendosi con una poetica moderna e diretta, alternando le forme classiche testuali e melodiche ad un linguaggio ricco di novità e contaminazioni.

FernandoAlbaAuditoriumRoma5maggio

Fernando Alba presenterà il suo nuovo album Nello stesso acido con un concerto all’Auditorium Parco della Musica di Roma, Teatro Studio G. Borgna, il prossimo 5 maggio alle ore 21.00.

Link Facebook https://www.facebook.com/events/161739027981824/

FernandoAlbaAlbumCover

Tracklist

1. Cara felicità

2. Nello stesso acido

3. Foglie gialle

4. Terreno inerte

5. Italia

6. Sei qui

7. Pazzamente instabile

8. La realtà

9. La canzone della buonanotte

Biografia

Fernando Alba, compositore e cantautore siciliano classe 1978 cresciuto artisticamente a Roma, lavora da anni nel mondo della discografia e cinematografia, ricoprendo diversi ruoli sia tecnici che artistici. Ha debuttato con l’album La chitarra nuova nel 2014 e ne ha fatto il primo videomusic film girato in Italia, realizzato in pellicola 16mm, con gli attori Francesca Valtorta e Giovanni Scifoni. Dall’album sono stati estratti altri 4 singoli correlati di videoclip e rilasciati negli anni successivi: La Bicicletta, Narciso, Favola, Sei felice. Dopo uno stop artistico nel 2016 per problemi di salute, in quest’ultimo anno torna sulla scena con un’intensa attività nell’ambito della scrittura di colonne sonore firmando anche l’ultimo film di Massimo Cappelli dal titolo Prima di Lunedì e nella produzione artistica e discografica.

A cavallo tra il 2017 e quest’anno vengono rilasciati il primo singolo dal titolo La canzone della buonanotte e successivamente Foglie gialle, la versione italiana della sua famosa Golden Leaves brano cantato da Noemi Smorra e Lena Katina delle t.A.T.u. che ha fatto il giro del mondo e nei primi posti nella classifica russa per più di sei mesi.

Contatti

www.facebook.com/BlobAgency

antipop.project@gmail.com

Frank Lavorino 3396038451

Annunci

Pina e Alotta – “Anima sola”

giovedì, maggio 3rd, 2018

MauroPina&Francesca Alotta

Il duetto fra il cantautore e musicista comasco e l’interprete di “Non amarmi” è una ballad melodica ed emotivamente coinvolgente.

Genere: pop, rock, folk, cantautorato

Label: autoproduzione

Spotify https://open.spotify.com/album/1IjcoUt7Ngkzo7Mhesgyu6

Dopo anni di lontananza dai riflettori torna a splendere la voce di Francesca Alotta in un brano che la vede affiancarsi al cantautore Mauro Pina, che negli ultimi mesi ha raccolto consensi con l’album “L’ho scritto io”. Un pezzo dove le due calde vocalità degli artisti si mescolano a perfezione in un connubio risolto in una ballad melodica italiana emotivamente coinvolgente. Il singolo era stato presentato alle selezioni di Sanremo 2018.

YouTube https://www.youtube.com/watch?v=EElL6WSI0IY

BIOGRAFIA Mauro Pina

Mauro Pina (nato a Erba (CO) – l’11 giugno 1966) è un cantautore, polistrumentista e paroliere italiano. Il suo genere musicale spazia tra pop, rock & roll e soft rock. Compone interamente le sue canzoni suonando personalmente tutti gli strumenti (percussioni, basso, chitarra, pianoforte, armonica, voce). Mauro scrive personalmente gli arrangiamenti di tutte le sue canzoni, registra tutte le voci e le interpreta con uno stile particolare. Le sue melodie preferite sono quelle degli anni ’60. Diventa beatlesiano e lennoniano. A 13 anni è già frontman della sua prima band ed esegue le prime cover rock. I suoi mentori saranno sempre i Beatles.

Nel 2005 il suo tributo ai Fab Four lo porta a Londra a registrare un disco nei mitici Studi di Abbey Road con altre 24 Beatles band italiane. In Italia viene considerato il migliore, ad interpretarla band dalla rivista nazionale “Chitarre”. Nel 2006 apre la sua agenzia musicale, la Dreamcastle, con la quale inizia collaborazioni per organizzazioni di concerti ed eventi musicali con comuni, enti pubblici ed artisti di fama. Nel 2015 l’incontro con un’amica d’infanzia. Lei lo sostiene nel primo progetto musicale: la registrazione di un album di inediti, e come autrice con Mauro, scrivendo buona parte dei testi delle sue canzoni. Infine, grazie alla conoscenza di Efrem Sagrada (ex Celentano’s-Club), il sogno del progetto musicale si concretizza nel 2017 con la pubblicazione del disco “L’ho scritto io”, con special guest Rosalinda Celentano nel pezzo di punta: proprio la ciliegina sulla torta.

Amazon https://www.amazon.it/Anima-sola-Mauro-Pina/dp/B079SWZ62D/

BIOGRAFIA Francesca Alotta

Figlia d’arte (il padre era il noto cantante Filippo Alotta), Francesca Alotta inizia la sua attività di cantante come corista in dischi di vari cantanti italiani, tra cui Mietta, Raffaella Carrà, Marco Masini, Umberto Tozzi, e come vocalist dal vivo (Cristiano Malgioglio, Marco Armani) e come componente de Le Compilations, gruppo musicale per Domenica in nelle edizioni tra il 1988 e il 1990.

Nel 1991 vince il Cantagiro con Chiamata urgente. L’anno seguente vince il quarantaduesimo Festival di Sanremo nella sezione “Novità” con Non amarmi in coppia con Aleandro Baldi. Dal suo primo album Francesca Alotta viene estratto il singolo Fragilità, con cui partecipa al Cantagiro del 1992. Nel 1993 partecipa di nuovo al Festival di Sanremo con Un anno di noi e pubblica l’album Io e te, in coincidenza con la partecipazione a Domenica in come ospite musicale fissa assieme a Fiordaliso. Segue il lancio discografico in Giappone, con una raccolta, e a Cuba, dove resta per diversi mesi in vetta alle classifiche con Yolanda, in duetto con Augusto Enriquez dei Moncada.

Tra il 1995 e il 1997 partecipa come ospite musicale fissa a Buona Domenica. Nel 1997 esce Buonanotte alla luna, album comprendente brani già noti che hanno come oggetto la luna vede collaborazioni con Demo Morselli, Federico Salvatore e Loredana Bertè, che duetta con la Alotta in …e la luna bussò.

Nel 1999 è la protagonista del musical Cenerentola di Tony Cucchiara. Nel 2004 partecipa al talent show Music Farm condotto da Amadeus. Nel 2009 partecipa come concorrente al 10º Festival della nuova canzone siciliana con il brano Lassami perdiri, mentre nel 2010 partecipa all’11º Festival della nuova canzone siciliana, nella categoria “Premio Sicilia”, con la canzone Amuri miu di cui è autrice.

Contatti Social

Facebook http://www.facebook.com/mauropinasinger

Instagram http://www.instagram.com/mauropinasinger

YouTube http://www.youtube.com/channel/UCOn06FZVkEROJYsgZajYgSw

Contatti Blob Agency

www.facebook.com/BlobAgency

antipop.project@gmail.com

Frank Lavorino 3396038451

Zeffjack – Friendless

mercoledì, aprile 18th, 2018

Attivo fin dai primi ’00, il power trio strumentale emiliano presenta il nuovo album: rock declinato attraverso i suoi numerosi dialetti (wallnoise, new wave, punk) legato indissolubilmente a stati d’animo, bisogni sonori, geometrie mentali o semplici sfoghi musicali che trovano la loro miglior dimensione grazie all’affiatamento acquisito nel tempo e alla convinzione che “suonato è meglio”.

Genere: rock / new wave / wallnoise / punk

Label: Rocketman Records

Streaming https://open.spotify.com/album/4CpquqywIpVZNGqZx7W5Qw

Si intitola Friendless ed è il nuovo album degli Zeffjack, band del Nord Italia attiva sin dai primi anni 2000.

La lingua scelta è quella del rock, con alcuni dei suoi dialetti: wallnoise, new wave, punk e con un pizzico di quello che un saggio baffuto un tempo chiamava “pop tirato”.

“Il titolo Friendless” – afferma il gruppo – “era destinato da tempo in quanto capace di spiegare rapidamente il disorientamento che abbiamo provato nei periodi precedenti al determinante incontro con la Rocketman Records.”

Le musiche proposte dal power trio strumentale, come spesso accade, sono legate a stati d’animo, bisogni sonori, geometrie mentali o semplici sfoghi musicali che trovano la loro miglior dimensione grazie all’affiatamento acquisito nel tempo e alla convinzione che “suonato è meglio”.

Fanpage https://www.facebook.com/zeffjackband/

Tutti i pezzi di questo album sono nati da continue improvvisazioni in sala prove. Alcuni sono carica, alcuni gioia, altri sono frustrazione e disperazione, a volte si fanno giostra, a volte specchio e difficilmente parlano a bassa voce. In pieno contrasto con la tendenza a concepire la musica strumentale come ripetizione o come semplice sfondo, alcune di queste musiche hanno l’ardire di farsi chiamare “canzoni” e come tali provano a “cantare con la musica” o a essere compiute come piccoli universi slegati, senza la paura di risultare troppo brevi o di non trovare una categoria contenitore già rodata, di sicuro non adatte a conciliare il sonno.

Il primo video-single estratto è quello di Poretti Party. Girato volutamente nella più dimenticata periferia parmense proprio per rendere ancora più evidente il contrasto che si vuole raffigurare, il video raffigura un pazzo che tenta di portare il “divertimento” è “l’ intrattenimento” fuori dai luoghi che tradizionalmente lo accolgono, demolendo con un incalzante drumming il preconcetto di immobilità a cui la periferia è abitualmente relegata. Il pezzo nasce da un improvvisazione in sala prove consumata fra risate e forse qualche birra di troppo, il sound immediato pare ricordare nebulosamente i Block Party o qualcosa degli Electric Six.

Poretti Party https://youtu.be/KvoFi4xIOHE

 

Tracklist

1. Mont Blanc

2. Arnold Press

3. Poretti Party

4. Starting Light

5. St. Antony’s Fire

6. Demo Cemetery

7. Deep Impact

8. California Butterfly

9. Number 9

10. Fade Out

Official website http://www.zeffjack.com/

Discografia

– La cura del Freddo (EP 2008 Autoprodotto)
– Dimentica (2010 Singolo)
– La Stagione delle Piogge (EP 2011 Autoprodotto)
– Friendless (Album 2018 Rocketman Records)

Biografia

Attivi dagli inizi degli anni 2000, Zeffjack è una band del nord Italia dove la Provincia ha saputo fare la sua parte, con le difficoltà ma anche con le caratteristiche che la contraddistinguono; prima nel formare lentamente il background musicale di ognuno dei componenti e dopo nella ricerca delle persone adatte a soddisfare e solidificare una prima formazione, che inizialmente sviluppava canzoni con testi in italiano e che ora, slegatasi dai testi, è approdata da tempo a una più congeniale formazione power trio strumentale.

Friendless, disponibile dal 5 aprile 2018 per Rocketman Records, è stato interamente registrato mixato e masterizzato nello storico Real Sound Studio di Milano già attivo dagli anni 80 e gestito da Roberto Gramegna e Ettore Gilardoni che ne ha materialmente curato tutte le fasi di registrazione produzione e arrangiamento. È stato poi ulteriormente processato in analogico su 16 tracce Ampex per ottenere un suono caldo e compresso.

Contatti

antipop.project@gmail.com

http://www.facebook.com/BlobAgency

Frank Lavorino 3396038451

Denora – Forever

lunedì, ottobre 23rd, 2017

Denora2

Ottavo singolo per la Sax-Diva giramondo. Un brano dalle sonorità pop e dance sulla forza dell’amore e della speranza, in grado di sopperire alle inevitabili difficoltà di una coppia di innamorati spesso in conflitto.

Genre: dance / pop / lounge

Label: Clemmy Comunication

Release Date: 23/10/2017

VIDEO UFFICIALE https://youtu.be/cSSDZSDyxeI

QUI il singolo in streaming

QUI il singolo in download

Forever è il titolo dell’ottavo singolo di Denora in uscita il 23 ottobre.

Disponibile su tutti i maggiori canali di musica online (Spotify, Deezer, iTunes, Google Play Music ecc..), il brano è accompagnato da un videoclip musicale diretto da Davide Barducci, professionista di SBM STUDIO, Italia.

Il singolo, successore di sette brani prodotti dall’artista, sarà parte integrante di un album, attualmente in lavorazione, composto interamente di canzoni pop dance con qualche nota lounge.

Pezzo dalle sonorità pop e dance con una forte influenza di indie italiano, Forever presenta un testo, a cura dell’artista, che affronta il tema della quotidianità di una coppia di innamorati. Seppur spesso in conflitto, i due al tempo stesso si amano e tentano di avere una relazione più semplice che, nonostante tutto, si risolve con rapporto fatto di amore e speranza nel futuro. Concetto espresso al meglio dalla frase “I gotta rays of love, I gotta rays of hope…”.

Denora Vivace, cantante e sassofonista di talento, affonda le proprie radici nella cultura della musica pop dance ricercata, con attenzione ai testi e ai contenuti dei propri pezzi, vera e propria espressione del suo animo, solitamente positivo ed allegro, ma a volte anche triste e melanconico.

L’artista si è spesso prestata ad esibizioni live per eventi sia privati che pubblici in giro per il mondo (Cina, Dubai, Francia, Italia, Russia, Polonia, Svizzera e molti altri).

DENORA PRESENTAZIONE

Denora Vivace è un’artista internazionale, Sax Diva, che con la sua meravigliosa voce e sax fa ballare la gente nei locali, clubs, discoteche ed eventi privati da Mosca a Monaco, Cina, Dubai…Questa bella ragazza bionda si esibisce come brillante cantante e sassofonista, una rarità eccezionale in un unico show.

Residente nella splendida Costa Azzurra, Denora suona e canta per clubs, disco ed eventi privati come solista o in accompagnamento con altri musicisti e DJ. I suoi pezzi sono pieni di energia, brillanti e ballabili, i suoi vestiti di scena fanno parte del suo show e sono fantasiosi e accattivanti per uno spettacolo pieno di energia.

DENORA Vivace canta pezzi originali in stile Dance e Pop, Deep House, EDM, Disco House, R&B, Lounge, Soft Jazz, Blues in live show, con le hit internazionali e i suoi propri pezzi che vi faranno ballare.

Biografia

Denora Vivace è una giovane donna, cantante e sassofonista di professione. Con sede a Cannes, famosa città in Costa Azzurra, Denora si esibisce con il suo show nelle discoteche ed eventi privati o aziendali in Francia, Italia, Europa e in tutto il mondo.

Denora sognava di essere una cantante fino da quando aveva 6 anni e si esibiva già a 7 anni nel autobus della scuola ogni giorno con il suo piccolo concerto. E’ cresciuta in una famiglia di dottori e i suoi familiari si aspettavano che lei seguisse in medicina, ma la sua passione per la musica era tanta che decise di diventare una cantante.

Denora ha studiato canto in ogni suo particolare partendo con l’opera, il jazz, pop imparando non solo a cantare ma anche a suonare il sax, a ballare in vari stili dal latino alla danza del ventre allo stile club. La sua cantante favorita era Ella Fitzgerald e la regina della musica pop Whitney Huston dalla quale Denora sognava di arrivare ai suoi livelli vocali e improvvisazioni.

All’età di 16 anni Denora suonava già in una band di musicisti jazz professionale. Più tardi iniziò a comporre i propri pezzi Jazz e Blues con propri testi e musica, ma nel tempo le venne la passione per la musica Pop ed elettronic Dance moderna. Il pezzo di Denora Mercy Blues si è posizionato in 3 posizione nella top 10 di City Blues Radio in Usa in competizione con molti artisti internazionali di fama.

Denora ha suonato in club e in molte città europee come Francia, Polonia, Svizzera, Russia, China, Inghilterra, Monaco sia per eventi privati che aziendali, presentazioni e show televisivi acquisendo una ottima esperienza nei concerti Live. Denora ha registrato 3 album in modo privato di suoi pezzi di musica Jazz, Pop e sperimentale e attualmente sta preparando insieme a professionisti del settore un album di pezzi Pop, Dance e Lounge in stile moderno

Ha registrato “Secret Place”, pezzo scritto da Dhany, cantante principale di Benassi Bros, pezzo pieno di energia e dai testi emozionanti. Ha registrato quindi “All OUT” in 8 versioni differenti, “Baby you”, “My Dream”, “Lose my Mind” e al momento sta preparando due pezzi nuovi a breve in uscita: “Forever” e “Needing Me”, registrati in uno degli studi migliori d’Italia con banco analogico SSL Dual, banco usato per registrare i più famosi artisti al mondo tra cui Pink Floyd… Questi sue due ultimi pezzi hanno tutte le carte in regola per diventare delle hit.

Artista bionda, cantante e sassofonista, sono una rara combinazione unita alla sua bellissima voce e ai suoi costumi di scena stravaganti rendono lo show di Denora unico nel genere. Come artista in solo Denora suona come cantante e DJ aggiungendo la sua voce e sax nei suoi DJ set in stile Pop, EDM , DEEP HOUSE, DISCOU HOUSE, R&B, Lounge, Blues… con hits e suoi pezzi per uno spettacolo unico. Oltre alla musica, Denora dipinge quadri in stile astratto e futuristico rappresentati anche in un suo video su YouTube.

Contacts

www.denoramusic.com

https://m.facebook.com/denoravivace
https://www.instagram.com/denora_vivace/
https://soundcloud.com/denoravivace

www.itunes.apple.com/us/artist/denora/id725478596

Booking

France tel +33 6 33 80 33 66 +33750034567

Italy tel +393895234004 +39 3395069245

Email info@denoramusic.com

Some video links

https://www.youtube.com/channel/UCTuPgsrFbEo4rTB1mcNKYCQ/feed

Press Media Office

antipop.project@gmail.com

www.facebook.com/BlobAgency

Frank Lavorino 3396038451

“Rebis”, il viaggio dei Bridgend.

giovedì, marzo 30th, 2017

Copertina Rebis.png

Post rock con influenze progressive e psychedelic per un concept album diviso in tre atti che racconta, attraverso musica e dialoghi, il viaggio di un uomo in bilico tra passione e conoscenza verso l’isola di Rebis.

Genere: post rock/progressive/psychedelic

Label: Orange Park Records

Distribuzione digitale: Believe

Streaming

https://open.spotify.com/artist/2bA5BtM2EiK7JqbRjsWNaW

https://soundcloud.com/bridgendproject/sets/rebis/s-hPXkC

Bridgend è un gruppo post rock con influenze progressive e psychedelic. Il progetto prende il nome dall’omonima cittadina gallese dove il chitarrista e fondatore della band, Andrea Zacchia, era impegnato a comporre e incidere le prime preproduzioni di quello che sarebbe in seguito diventato il concept album Rebis.

Proveniente dalla scena rock underground di Roma, Andrea è stato fortemente ispirato nella composizione e nella scrittura da band rock progressive degli anni ’70/’80, Marillion, Pink Floyd solo per citarne alcune. Con queste premesse Rebis non poteva che essere quindi un concept album, diviso in tre atti, nel quale i brani confluiscono l’uno nell’altro e attraverso i dialoghi tra i tre personaggi (curati dallo scrittore Lorenzo Polonio) viene raccontato il viaggio di un uomo, Rajas, verso l’isola di Rebis. Nel suo viaggio sarà accompagnato dal mentore, Sattva, e dal suo vecchio amico, Tamas, ai quali spesso chiederà aiuto per sciogliere i legami che lo trattengono a Ys, il suo mondo. A dare voce ai tre personaggi sono stati gli attori teatrali Roberto Bonfantini, Lodovico Zago e Gioele Barone.

Zacchia ha cercato di fondere il “wall of sound”, tipico delle formazioni post rock come Mogwai e Caspian, con quello più sognante e viaggiatore delle band psichedeliche anni ’70. Per ottenere questo risultato lo studio di registrazione scelto è stato il PoliStudio Recording di Roma, con le esperte mani dell’ingegnere del suono Andrea Saponara a lasciare la loro impronta sul sound generale dell’album. Durante le registrazioni, durate circa tre mesi, è stato fatto larghissimo uso di macchine analogiche, le riprese hanno previsto l’uso di microfoni ambientali affinché il disco avesse ampio respiro, spesso sfruttando proprio le riflessioni del suono sui vari materiali che componevano la sala di registrazione.

Il singolo scelto per presentare l’album è la traccia Zain, di cui è disponibile il video su YouTube. Un crescendo in stile post rock con chitarre ossessionanti che si fondono a synth solenni per accompagnare Rajas nelle fasi finali del suo onirico viaggio verso Rebis. Il video è stato realizzato da Michele Montini (Drop-c art) con la tecnica del “Compositing” utilizzando Adobe Photoshop cs6 e Adobe After Effect cc 2015.

Zain è il brano che rappresenta e riassume l’intero disco.” – afferma Zacchia – “Al suo interno racchiude i principali temi trattati nell’album, curiosità, stupore, superamento dei limiti.

Tour (in continuo aggiornamento)

07.04.2017 @ Io & Vince, Argenta (FE)

08.04.2017 @ Sagittario Live Pub, Montefredente (BO)

19.04.2017 @ Freakout, Bologna

Tracklist

Act I

01 Path to Ys

02 The Sunken Cathedral

03 Ys

04 Rendezvous

05 Rebis

06 Threshold

Act II

07 Tetracedron Planus Vacuus

08 Binah

09 Return to Ys

10 Zain

Act III

11 Black Sun

12 Archè

Biografia Bridgend è il nome del progetto post rock con influenze progressive e psichedeliche di Andrea Zacchia (chitarre e synth). Al progetto collaborano Lorenzo Sirani Fornasini (basso) e Denis Kokomani (batterie). In collaborazione con Orange Park Records realizzano “Rebis”, concept album da cui viene estratto nel 2017 il primo singolo “Zain”. Attualmente la band si sta preparando al tour che la vedrà impegnata sui palchi di tutta Italia.

Contatti

https://www.facebook.com/bridgendproject/

http://bridgend-project.com/

www.facebook.com/BlobAgency

Frank Lavorino 3396038451

La sindrome di Kessler – La prossima infezione

mercoledì, febbraio 8th, 2017

laprossimainfezione

Ad un anno dall’esordio la band romana si prepara all’uscita del secondo disco, anticipato dalla promozione del nuovo singolo-videoclip: uno spaccato crudo e diretto della macabra realtà che ci circonda.

Genere: indie rock / grunge / alternative rock / garage

Etichetta: Autoproduzione

https://www.youtube.com/watch?v=QW9clwP3sbw

Dopo l’anteprima esclusiva su Shiver Webzine, esce ufficialmente La prossima infezione, il nuovo video de La sindrome di Kessler.

La tematica affrontata nel video riguarda il rapporto umanità/disumanità, un gioco di specchi che serve a ricordarci come siamo e con chi abbiamo a che fare: noi stessi e i nostri simili, i contorti meccanismi sociali, gli input/obblighi offerti/imposti dalla modernità, la schiavitù tecnologica, spesso autoinflitta, orrori e meraviglie e tutto quanto possa far cadere in un vortice di disorientamento e annichilimento. Recinzioni e barriere da cui dobbiamo liberarci per ritrovare una più equilibrata dimensione umana, di cui, lentamente, pare ci stiamo dimenticando.

Così recita la canzone nel suo incipit: “Ed ora che hai scoperto che è tutta una finzione, ammirerai la posa di un’altra recinzione?”

Interpretato da Mark Zao – protagonista estremo e distorto che incarna la “folle voracità” del presente facendosi simbolo del rutilante mondo in cui viviamo – questo videoclip, crudo e diretto come solo la realtà sa essere, consolida ormai la collaborazione e l’amicizia con il regista Idio, siglando il terzo lavoro consecutivo con la band dal 2015.

La sindrome di Kessler è tornata dal vivo a Roma il 14 gennaio in una data split con la band capitolina La salamandra presso il locale Defrag.

la-sindrome-di-kessler

Band:

Antonio Buomprisco: Voce-chitarra

Canio Giordano: Chitarra-voce

Sancio: Basso

Luca Mucciolo: Batteria

Credits

Regia, fotografia, montaggio: Idio

Sceneggiatura: Idio e Lsdk

Protagonista: Mark Zao

Contatti:

Mail: lsdkessler@gmail.com

Fb: La sindrome di kessler

YouTube: La sindrome di Kessler

www.facebook.com/BlobAgency

antipop.project@gmail.com

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Liberi Libri e non solo

"La verità profonda, per fare qualunque cosa, per scrivere, per dipingere, sta nella semplicità. La vita è profonda nella sua semplicità" (Charles Bukowski, Hollywood, Hollywood!)

Susy T.

Lettrice accanita da sempre e scrittrice per passione

Il blog di Chiara

Scrittura, editing e recensioni.

Affascinailtuocuore

Letture, recensioni e riflessioni da condividere

Michela Pettinà

Solo recensioni positive, solo libri da leggere

Scheggia tra le pagine

Leggere è un cibo per la mente e tutto ciò che ha che fare con il cibo deve per forza essere buono.

Izabella Teresa Kostka Poesie

scrittura, eventi, arte, giornalismo, fotografia / pisarstwo, wydarzenia, sztuka, dziennikarstwo, fotografia

I Bookanieri

Un mare di storie

Monique Namie

Racconti, poesie e vita.

Monika M Writer

Diario di Viaggio

lementelettriche

Just another WordPress.com site

La penna capricciosa... di Emma

"Cancella spesso, se vuoi scrivere cose che siano degne d'essere lette." (Orazio)

Piume di Carta

Viral Promotion

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: